PERSONAL TRAINER: come sceglierlo e perché.

Alla domanda perché le risposte potrebbero essere molteplici: aumentare la massa muscolare, dimagrire, effettuare un recupero dopo un infortunio, ritrovare l'energia perduta o semplicemente perchè si è stanchi di buttare via ogni settembre, con tutti i migliori propositi, i soldi per l'acquisto di un abbonamento in palestra spesso abbandonata dopo poche sedute perchè perse le motivazioni di inizio anno e per il mancato raggiungimento dei propri obiettivi.

Cosa fa un coach di differente da un istruttore in sala?

Il personal trainer ha a disposizione mezzi e test differenti che personalizzerà in base alla persona e all'obiettivo.

Utilizza l'analisi postulare per definire posture, accorciamenti muscolari, disequilibri e dove è necessario può' adottare la migliora strategia per rinforzare, allungare o mobilizzare dove necessario.

Un analisi della composizione corporea, mediante BIA o plicometro, permette al trainer di comprendere la situazione di composizione corporea,massa grassa, massa magra, acqua totale, intra ed extra cellulare.

Con una valutazione del VO2Max definirà la capacità polmonare e cardiaca dell'atleta che gli permetterà di definire il livello di fitness per una programmazione ideale.

Il PT ti permette di avere un allenamento personalizzato, nel rispetto dei principi di fisiologia, biomeccanica e anatomia, per il raggiungimento di obiettivi di tipo fisiologico ed psicologico.

Il PT deve comprendere le esigenze del cliente, misurando lo stato di forma e prefissando, con il cliente stesso, obiettivi a breve e a lungo termine. In sostanza diventa "l'angelo custode" del proprio cliente riguardo allenamento e alimentazione, motivandolo e stimolandolo ad allenarsi con costanza e periodicità.

Il personal trainer non plasma muscoli e corpi, creando dei veri e propri miracoli, ma lavora in sinergia con il cliente, che si impegna a rispettare gli allenamenti e le direttive alimentari, al fine di raggiungere i risultati e la relazione che si instaura si fortifica grazie ad un rapporto di fiducia.

Il professionista a cui vi siete affidati deve rispondere alle vostre necessità ma allo stesso tempo dovete domandarvi se veramente desiderate raggiungere determinati risultati, se siete disposti a seguire con impegno le indicazioni del proprio PT e ad investire, non solo in termini economici, ma in termini di costanza e determinazione.

Come scegliere un personal trainer?

Un personal trainer competente deve avere una formazione, che può partire da studi universitari come Scienze Motorie, o da master e corsi di formazione presso scuole riconosciute nel mondo del fitness.

Diffidate da chi ha solo una grande esperienza, autocelebrata: la professionalità e la competenza sono fondamentali.

Durante il primo colloquio il cliente deve cercare di comprendere se il PT è la persona giusta ed ha le competenze necessarie per aiutarlo e per rispondere alle sue aspettative. Non tutti i PT sono uguali per percorso formativo o sono competenti allo stesso modo in tutti gli ambiti. Ed anche per il PT il colloquio preliminare serve a comprendere se è l'allenatore giusto per quel cliente.

Lo svolgimento di attività sportive in diversi ambiti può essere un punto a suo favore, perché gli permettere di connettere la conoscenza teorica alla pratica di conseguenza sarà più esauriente nelle spiegazioni e più chiaro ed empatico nel trasmettere le sensazioni.

Oltre a tutto cio' che abbiamo detto sopra è fondamentale che ci sia feeling tra pt e cliente; voi uscireste mai a cena con qualcuno che non gradite? Il feeling mentale, l'idea di avere trovato qualcuno che abbia compreso il nostro modo d'essere e ciò di cui abbiamo bisogno è fondamentale tanto quanto la sua capacità di farci eseguire uno squat perfetto o di creare la scheda perfetta per noi.

IL PERSONAL TRAINER: quanto costa?

Tante volte durante le chiaccherate tra amici riguardo alla propria linea e al modo migliore per raggiungere i propri obiettivi, qualcuno vi avrà suggerito di rivolgervi al Personal Trainer e la vostra esclamazione sarà stata qualcosa tipo "Ma sei matto? Mica posso permetterlo!Costa troppo!". Esclamazione che più volte ho sentito anche tra i miei di amici!

Pensate che state astrattamente acquistando la vostra salute psicofisica che ha un ruolo fondamentale nella vostra vita (insieme alle ultime Sergio Rossi o all'I Phone 8 naturalmente) . I soldi che spenderete finalmente vi daranno i risultati a cui avete sempre ambito e che non avete mai raggiunto, vi affidate a qualcuno che è specializzato per il lavoro che volete fare! Risparmiereste mai per il dentista?

Inoltre per restare aggiornato un personal trainer segue diversi corsi di formazione all'anno e , se corsi seri e affidabili, vi assicuro che sono estremamente costosi e , come tutte le 'aziende' le spese per essere sempre aggiornato devono essere ammortizzate. La mia cara amica Maggy dice sempre :' Chi più spende meno spende' (sempre saggia la mia amica...lei vende Sergio Rossi pero hahah) ; quindi valutate tutte le variabili incluso il costo ma non scegliete solo in riferimento a quest'ultimo, potrebbe essere una pessima idea che potreste pagare in futuro.

CONCLUDENDO

Il PT deve suscitare fiducia, creare un allenamento davvero personalizzato e una programmazione ad DOC, misurando e valutando step by step i risultati, soddisfacendo le esigenze del cliente, garantendo l'integrità delle articolazioni, rinforzando la muscolatura, migliorando la salute del cliente e stimolando l'abbandono di cattive abitudini alimentari e di vita. Il personal trainer deve farvi STARE MEGLIO.

PERCHE' FACCIO QUESTO LAVORO?

Io ho sempre amato fare sport, ho giocato per piu' di 15 anni a pallavolo e allenato per qualche anno. Quando ho dovuto scegliere il percorso universitario la mia famiglia non riponeva grande fiducia nel mondo del fitness e quindi ho iniziato e terminato un percorso formativo alternativo che mi ha ugualmente appassionato. Ma come si dice, il primo amore non si scorda mai, e seppure lavorassi in ufficio la sera scappavo in palestra per allenarmi e allenare fino a quando ho deciso di dare una svolta e scegliere di svegliarmi ogni mattina facendo il 'lavoro' che mi avrebbe reso felice: mollai tutto e iniziai a lavorare a tempo pieno come istruttore e successivamente come personal trainer. Io sono certa di avere trovato la mia strada e mi sono ripromessa che se un giorno dovesse spegnersi la fiamma che anima questa mia passione/lavoro smettero' e trovero' un attività alternativa, che so, potrei fare la fotografa.

Fare il personal trainer mi permette d'indirizzare la mia energia verso le persone che cercano davvero di raggiungere i propri obiettivi e poi amo studiare, quindi la formazione continua che richiede questo lavoro non è assolutamente un problema.

Dedizione e responsabilità sono i valori stampati a fuoco nella mia VITA PROFESSIONALE!

Ed ora tutti al lavoro,

Buon allenamento

Simona

NON esiste l'ersercizio ideale

NON esiste il programma ideale

ESISTE il cliente

>Filosofia ISSA

30 visualizzazioni

© 2023 by PERSONAL TRAINER. Proudly created with Wix.com