Allenamento o sovrallenamento: questo è il problema.

August 9, 2017

Che il  match del secolo abbia inizio sulle pagine di questo blog.

Signori e signore, ladies & gentleman vi presento due dei protagonisti fondamentali dei tanto attesi risultati dell'allenamento, che sia in sala attrezzi con i pesi o che sia legato da una disciplina specifica: MISTER SOVRALLENAMENTO E RECUPERO ADEGUATO.

 

La domanda a cui dobbiamo rispondere innanzitutto è : cosa succede al corpo durante l'allenamento? Durante l'allenamento si ottiene un esaurimento delle scorte energetiche, si crea acido lattico, si crea uno stress psicologico e del sistema nervoso e mette quindi mettiamo in "crisi" la situazione d'equilibrio in cui il corpo si trova solitamente, la cosiddetta OMEOSTASI.

 

E adesso cosa facciamo? Messo in crisi l'equilibrio, esaurite le scorte energetiche il nostro corpo necessita di un PIT STOP, il periodo di recupero necessario affinché si restabilizzi l'omeostasi. Durante il periodo di recupero, se adeguato, avverrà la cosidetta SUPERCOMPENSAZIONE, ossia la fase in cui il corpo cercherà di riportare l'equilibrio e nello stesso tempo organismo si sarà abituato allo stress subito e sarà pronto per un altro allenamento che ricreerà lo stesso scenario portando così ai tanto aspirati risultati.

 

La legge della supercompensazione di Weigert infatti dice proprio così:

 

"Gli effetti successivi a grandi carichi non si limitano solo al recupero del potenziale energetico speso, ma portano alla sua maggiorazione, cioè ad un suo recupero che supera quantitativamente i livelli iniziali"

 

Molto spesso però le persone che si allenano, per paura di perdere i risultati, per abitudini o per organizzazione non corrette degli allenamenti non recuperano adeguatamente allenando un corpo ancora stressato che non essendo ancora pronto "si rifiuta" di collaborare e di ottenere risultati.

 

Quindi se Sovrallenamento e recupero sono uno l'antagonista dell'altro, RECUPERO E SUPERCOMPENSAZIONE, sono fedeli compagni di viaggio. La loro relazione è fondamentale affinchè arrivino i risultati.

 

Osserviamo adeguati tempi di recupero, eliminiamo dalla nostra testa e dalle nostre abitudini le leggende metropolitane, riduciamo i 6 allenamenti settimanali e programmiamo le sedute di allenamento considerando il tanto temuto break di recupero tra l'alternasi degli allenamenti. Riassumento: ascoltate il vostro corpo, dategli il giusto carburante, allenatevi nel modo corretto, con giusti volumi ed intensità e sopratutto RECUPERATE per ottenere risultati.

 

Buon allenamento

 

 

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post in evidenza

Due chiacchiere, un brindisi e una ricettina

December 23, 2018

1/10
Please reload

Post recenti

March 27, 2019

November 22, 2018

September 22, 2018

Please reload

Archivio
Please reload

Cerca per tag